salmone-limone

Per le imminenti festività non possiamo rinunciare alla sicurezza alimentare, soprattutto per quanto riguarda il pesce crudo, inserito volentieri nei menù delle feste: Vigilia, Natale e Cenone di Capodanno.

Il pesce azzurro marinato (alici, sarde, tonno, ricciola, pesce spada, sgombro) potrebbe avere al suo interno una piccola larva, l’Anisakis, che, ingerita, può portare a problemi gastrointestinali anche molto gravi all’uomo, la quale però viene correttamente eliminata mantenendo per ore il prodotto a basse temperature.

Ma il famigerato Anisakis può nascondersi anche in un carpaccio di pesce crudo: tonno, pesce spada, ricciola, dentice, orata… o in una tartare.

Ma perché rinunciare, oltre al gusto, l’apporto di acidi grassi essenziali (EPA) e delle vitamine B2, B2, B5 ed E, presenti nel pesce crudo in maniera integra e quindi completamente assimilabili?

VUOI proporre in sicurezza il pesce crudo nel tuo menù?

SCOPRI COME PREPARARE IL SALMONE AROMATIZZATO AL LIMONE ED ERBE AROMATICHE.

Procedura:

Tagliare il salmone fresco a fettine e condire con la marinatura composta da succo di limone, olio extravergine di oliva, buccia di arancio ed erba cipollina tritata.

Sistemare il salmone marinato su carta da forno, posizionare sopra alle fettine un altro foglio di carta da forno e, con il batticarne, appiattire.

Posizionare all’interno dell’abbattitore rapido di temperatura BE-1 ed avviare il programma Anisakis 24h (vedi video).

Al segnale estrarre dal congelatore, togliere il foglio di carta forno superiore e girare le fettine di salmone aromatizzato sulle insalatine preparate precedentemente.

Togliere il secondo foglio, lasciare decongelare qualche minuto, quindi servire con filo d’olio affumicato.